HomeNewsBlazquez: vi racconto il Genoa

Blazquez: vi racconto il Genoa

Pubblicato il

- Pubblicità -

Blazquez: “Vi spiego come funziona la Galassia 777. I tifosi del Genoa possono stare tranquilli”.

Lunga intervista a La Repubblica per Andres Blazquez, ad del Genoa, che spiega come funziona la ‘Galassia 777 Partners’ fondo che è proprietario del Grifone, ma anche di Standard Liegi in Belgio, Red Star FC in Francia, Vasco da Gama in Brasile, Melbourne Victory in Australia e da pochi giorni dell’Hertha Berlino in Germania: “A sovraintendere le scelte sportive ci sono due persone: Johannes Spors e Mladen Sormaz. Sono loro che ci propongono i giocatori da prendere dopo alcuni passaggi obbligati. Il primo è un’analisi delle statistiche e delle performance, successivamente il giocatore viene visto sia attraverso i filmati che dal vivo ed infine c’è un colloquio di persona. L’ultimo step tocca alle valutazioni della società. Quando si decide di acquisire un calciatore poi occorrerà valutare quale sarà la destinazione più idonea per favorire il suo processo di crescita. […] Ad ogni club verranno riservati i mezzi adeguati per fare bene. Ecco qui, per quanto riguarda il Genoa, entro in gioco io. Quando sarà il momento di stabilire il budget, dovrò fare la lotta per le risorse. Ma i nostri tifosi possono stare tranquilli”, Josh Wander ha il Genoa nel cuore.

L’amministratore delegato del Genoa, Andres Blazquez, ai microfoni de Il Secolo XIX, ha affrontato l’argomento sul nuovo stadio di Genova.

Ecco le sue parole

“Sarà presentato in occasione della candidatura della città di Genoa per gli Europei del 2032. Noi, così come la Sampdoria, abbiamo avuto diversi incontri con il sindaco e con la Regione. È stato un lavoro condiviso, sarà lo stadio di Genova e ci giocheranno entrambe le squadre. Per farci trovare pronti per la candidatura abbiamo accelerato affinché si potesse poi presentare un progetto già avanzato”.

Costi e tempistiche – “Un budget non è ancora stato definito, si tratta di oltre 100 milioni. La prima fase dei lavori dovrebbe concludersi nel 2024/2025 mentre nei tre anni successivi sarà completato il resto. Si partirà con la tribuna, poi si lavorerà su gradinate e distinti. Le squadre continueranno a giocare al Ferraris , i lavori sono stati diluiti perché era rischioso farli in un’unica soluzione”.

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Genoa e Gudmundsson dicono NO all’Inter

In settimana c'è stato il primo, vero, contatto tra l'Inter e il Genoa. Una semplice ma significativa telefonata. Ad Ottolini, Marotta ha palesato...

Radio music for peace