HomeEditorialeCalciomercato: istruzioni per l'uso

Calciomercato: istruzioni per l’uso

Pubblicato il

- Pubblicità -

Il primo Luglio si darà ufficialmente il via alle operazioni di calciomercato, e sarà dunque possibile depositare in Lega i primi contratti già ufficializzati.

E’ però evidente che il lavoro di procuratori e addetti ai lavori va avanti già da tempo. Anzi, probabilmente certe trattative sotto traccia non si sono mai fermate.

E le notizie su possibili arrivi e partenze dunque si sprecano.

Ma per restare in casa Genoa, poichè in tanti ci scrivete se è vero che arrivano Tizio o Caio, ci permettiamo di darvi alcuni consigli per cercare di evitare ai più ansiosi fra i tifosi rossoblù di nutrire false speranze e magari di creare ingiustificata delusione per l’arrivo, o viceversa per un mancato arrivo, di qualche giocatore.

Vi invitiamo pertanto a tenere sempre presente che spesso le notizie di possibili trasferimenti vengono messe in giro dai procuratori dei giocatori, che cercano di far girare il nome del loro assistito il più possibile.

Il motivo? Lo scriveva già Oscar Wilde: “Parlarne bene o parlarne male non importa, purché se ne parli“.

In questi tempi dominati da Internet, dove trovano terreno fertile anche le più incredibili fake news spesso spacciate per verità, diventa infatti importante, nel calciomercato come nella vita di tutti i giorni, saper verificare e ragionare con la propria testa su qualsiasi notizia, per cercare di capire se possa esserci un fondamento di verità o meno.

Nel caso del calciomercato, se leggete o sentite che Tizio è vicino al Genoa, vi invitiamo quindi per prima cosa a farvi due semplici domande.

Uno: quanto guadagna Tizio?

Due: Tizio è nel mirino di grandi Club che disputano le Coppe europee?

Ecco, se la risposta alla prima domanda è “svariati milioni di euro”, vi siete già risposti da soli sulla veridicità o meno della notizia.

Come infatti affermato dal Club, il Genoa farà i passi secondo la gamba. I piani per il futuro sono molto ambiziosi, ma devono andare di pari passo con gli investimenti necessari al consolidamento della Società, e dunque al ripianamento dei debiti pregressi.

I giocatori che arriveranno al Genoa dovranno dunque essere bravi, ma nello stesso tempo funzionali a questi criteri, ossia con costi di cartellino e di ingaggio che non siano proibitivi, ma in linea con i parametri che i fior di professionisti che oggi lavorano nel Genoa hanno stabilito.

Certo, uno sfizio nessuno esclude che la dirigenza rossoblù non se lo possa permettere, ma senza troppi voli pindarici.

Per quanto riguarda la seconda domanda, se la risposta è “si”, allora anche in questo caso vi siete già risposti da soli. E’ infatti normale che un calciatore, anche a parità di condizioni economiche, spesso accetti ben più volentieri la destinazione presso un Club che gli permetta di avere una visibilità europea.

Per spiegarci meglio vi portiamo l’esempio di Giovanni Simeone.

Nei giorni scorsi si era infatti sparsa la voce, riportata da diversi media, di un suo possibile arrivo in rossoblù.

Ebbene, provate a rispondere alle due domande proposte prima.

Quanto guadagna Simeone? Risposta: circa 2,5 milioni di euro a stagione, che diventano poi circa il doppio se aggiungiamo le imposte.

Chiaro che qualunque tifoso rossoblù farebbe i salti di gioia a vedere nuovamente Giovanni indossare la nostra maglia, ma la cifra è importante.

Per quanto riguarda la risposta alla seconda domanda … va beh, gioca nel Napoli scudettato, quindi va da sè.

E infatti Simeone ha logicamente rinnovato con il Napoli, che di certo non se lo sarebbe fatto scappare.

Dunque genoani, se per voi il calciomercato è un gioco da prendere sul ridere, allora qualunque “belinata” può essere divertente.

Ma se invece, come la stragrande maggioranza dei tifosi, lo vivete con l’ansia di sapere chi arriverà e che squadra verrà fatta, davanti a certe notizie vi consigliamo, per la salute delle vostre coronarie, di porvi le due semplici domande proposte in precedenza.

E di darvi una risposta.

In questo modo probabilmente potreste evitare di crearvi false aspettative con conseguenti delusioni.

Da parte nostra, se non sono notizie dirette provenienti dalle fonti di Adriano, cercheremo di filtrarle facendo quante più verifiche possibili, contattando come spesso facciamo gli entourages dei calciatori accostati al Grifone.

Altre inverosimili ovviamente non le prenderemo invece neanche in considerazione.

In ogni caso ricordatevi poi sempre che il Genoa targato 777 è molto bravo a tenere nascosti fino all’ultimo i suoi reali obbiettivi.

E questo, se per chi fa il mestiere del giornalista è una grossa complicazione, è invece un grande merito della Società, che può portare così a termine in pace, senza pubblicità e sgradite interferenze, le proprie trattative con i giocatori che davvero gli interessano.

In conclusione dunque forza Genoa.

Siamo convinti che la squadra che verrà sarà all’altezza delle aspettative della tifoseria.

Gip

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Genoa svelata la nuova maglia 2024/2025

Presentata oggi, nata dalla collaborazione con il brand, fornitore tecnico Kappa, la nuova maglia che i nostri ragazzi indosseranno per il prossimo campionato Serie...

Radio music for peace

Still33