Gilardino: “Bisogna ritrovare compattezza ed equilibrio”

0
288

Ecco le parole di Mister Gilardino al termine di Genoa-Atalanta 1-4.

Gli applausi dopo il terzo gol dell’Atalanta.
“E’ difficile parlare questa sera dopo il risultato finale. L’atteggiamento e la forza messa dai ragazzi contro l’Atalanta è stato importante. Ho forzato un un po’ la partita perchè volevo riprenderla. Ci sono state situazioni evitabili, il 3-1 e 4-1 ci sono stati errori che potevano essere evitati ma è concesso nell’interpretazione dei ragazzi. Spiace per un risultato così ampio perché non ce lo meritavamo”.

La crescita dei ragazzi.
“La prestazione da parte dei ragazzi c’è stata. Se uno legge sul risultato sembra sia stata un altro tipo di partita ma i primi 20 minuti della ripresa la squadra è stata tosta. Poteva essere una gara complicata, ho voluto forzarla un po’ inserendo tutto il potenziale offensivo e nella ripresa c’è il rammarico per non aver concretizzato la mole di gioco creata. Non posso rimproverare atteggiamento, prestazione, la voglia di non arrendersi e il coraggio dei ragazzi”.

Come si riparte ora?
“Le sconfitte insegnano nella valutazione e nell’equilibrio che dobbiamo mantenere nei 100 minuti ma preferisco una squadra che abbia questo tipo di coraggio. Bisogna ritrovare compattezza ed equilibrio perché la squadra ce l’ha”.

Retegui in crescita, Gudmundsson ha faticato un po’.
“Mateo ha fatto una partita di quelle giuste. Ha tenuto palla e battagliato. Albert, quando incontra queste squadre che lavorano uomo su uomo, va più in fatica. E’ un giocatore però molto importante e dobbiamo metterlo nelle condizioni migliori e lui essere più pulito nell’ultimo passaggio e concreto”.

Le occasioni concesse all’Atalanta sono stati per errori del Genoa.
“C’è amarezza da questo punto di vista. Hanno avuto occasioni pericolose però poi la squadra fino al 75′ la squadra si è comportata nel modo giusto. Dobbiamo analizzare gli ultimi due gol presi”.

Il Genoa ha giocato e l’Atalanta ha segnato?
“Stasera abbiamo fatto una buona gara. Abbiamo sbagliato qualche pallone di troppo, soprattutto nella prima palla in uscita non l’abbiamo pulita benissimo ma chi è subentrato ha fatto bene. Dobbiamo mantenere questo spirito con un po’ di equilibrio in più”.

Squadra con tantissimo potenziale in panchina. Il vero del campionato del Genoa inizi a Napoli?
“Me lo auguro. Il campionato del Genoa è iniziato nelle gare precedenti ma i ragazzi mi danno ampia scelta, basti vedere Thorsby e Bohinen. I ragazzi mi danno scelta sia sul modulo tattico che sull’interpretazione della gara in corsa”.

I cambi di Badelj e Strootman come mai sono stati fatti?
“Di mantenere i due in mezzo Malinovskyi e Frendrup ed inserire giocatori più offensivi”.

Annuncio
Articolo precedenteLe pagelle di Genoa-Atalanta
Articolo successivoMa che…. spettacolo!
Avatar photo
Classe 2005, nato a Biella, unico Genoano in una “roccaforte” di juventini. Diplomato Perito Chimico e ora studente universitario. Studio scienze politiche e relazioni internazionali. Abbonato dal 2022, macino km su km per seguire sempre il Grifone. Ogni volta sono 8 ore tra andata e ritorno per arrivare a Genova, tra un cambio e l’altro, una passione al quale però non posso mai rinunciare, seppur sia davvero un grande sforzo sia economico che fisico.