HomeNewsGilardino: "Per Albert un fastidio dopo l'ultima gara"

Gilardino: “Per Albert un fastidio dopo l’ultima gara”

Pubblicato il

- Pubblicità -

Si è da poco conclusa la consueta conferenza stampa pre gara del tecnico del Genoa Alberto Gilardino, che così si è espresso alla vigilia della trasferta a Frosinone:

“Sono state due settimane durante le quali molti giocatori sono andati in nazionale. Se riusciamo a mandare tanti ragazzi in nazionale vuole dire che stiamo facendo un buon lavoro complessivo e che loro stanno facendo bene.

Chi è rimasto comunque ha lavorato bene, sia sotto l’aspetto fisico che tattico. Siamo andati ad ampliare tutto il lavoro che ci serviva in questo periodo e a riposare in alcuni giorni, perchè il recupero è importante.

Abbiamo avuto poco tempo per preparare questa partita tutti assieme, per cui abbiamo dovuto retringere il lavoro in soli due giorni.

Gudmundsson ha accusato un fastidio dopo l’ultima partita. Il giorno dopo, camminando, ha riportato un fastidio al polpaccio. Sono stati fatti degli esami strumentali dove si è evidenziato questo infortunio muscolare, da non sottovalutare. I tempi prestabiliti con certezza non so darveli. Mi auguro ovviamente che siano brevi.

Retegui sta invece continuando il recupero e mi auguro che settimana prossima possa tornare con il gruppo.

Senza Bani, Retegui, Albert, Ekuban e Jagiello a livello numerico e di qualità ci manca qualcosa, ma nello stesso tempo conto in chi c’è. Un comandante deve saper navigare sia con il vento a favore che contro. Chi ci sarà domani a Frosinone farà una partita di consapevolezza e di grande spirito di sacrificio.

Con Puscas abbiamo un buon rapporto. Lui è un grande professionista. Ha sempre lavorato bene e io ho sempre cercato di trasmettergli fiducia. Il gol che ha fatto in nazionale credo gli sia servito davvero tanto sotto l’aspetto della fiducia.

Incontreremo una squadra che ha mantenuto una linea rispetto alle idee della scorsa stagione. E’ stata costruita prendendo giocatori giovani da grandi Club e mantenendo una struttura, prendendo poi un allenatore che sa far giocare bene le proprie squadre.

Li conosciamo, li abbiamo studiati e sappiamo la loro forza.

Sarà fondamentale l’inizio della partita ed i dettagli sulle palle inattive.

Su Malinovskyi ci auguriamo che possa essere determinante in alcune zone del campo e sui calci piazzati. C’è bisogno di lui.

Messias è una settimana che si allena con la squadra. Ha grande voglia di rientrare ma ovviamente non potrà essere al massimo della condizione. Dovrò valutare bene il minutaggio che farà.

Retegui sono due mesi che manca. E’ tanto, ma è un problema molto doloroso e fastidioso. Il collaterale se non curato in maniera perfetta può portare a problemi più gravi. Ora corre e tocca il pallone, quindi spero sia imminente il suo rientro.

I nostri tifosi sono sempre qualcosa di straordinario e si sente la loro passione. La nostra volontà è ovviamente quella di dargli delle gioie ma in questo momento abbiamo bisogno del loro aiuto.

Non dobbiamo distoglierci dal nostro pensiero. Anche se mancano tanti giocatori dobbiamo rimanere legati a determinati valori e concetti. Questo per me è determinante.

Fini e Papadopulos saranno convocati. Fini è con noi da un po’. Può fare l’esterno o la seconda punta. E’ un giocatore di grandissima prospettiva.

Vogliacco sta bene. E’ pronto. Credo che il suo spirito e la sua voglia che mette in ogni allenamento lo porteranno a fare una grande partita.

De Winter ha giocato con il naso rotto anche l’ultima gara. Ci sarà anche domani, ma con la mascherina protettiva.

Vasquez se non sarà in campo dal primo minuto non sarà certo per scelta tecnica, ma perchè è stato 24 ore in giro per aerei dopo il rientro dalla nazionale. Dovrò fare delle valutazioni per non rischiare infortuni”.

Gip

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Gilardino: “Dovremo fare una partita gagliarda”

Ecco le parole di Mister Gilardino alla vigilia di Verona-Genoa. Come ha visto la squadra questa settimana? "Per la situazione infortunati Matturro, Cittadini, Vitinha, Retegui e Malinovskyi saranno i giocatori assenti. Retegui è...

Radio music for peace