HomeNewsGilardino: "Dovremo avere grande ardore agonistico"

Gilardino: “Dovremo avere grande ardore agonistico”

Pubblicato il

- Pubblicità -

Queste le parole di Alberto Gilardino nella consueta conferenza stampa pre gara in vista della trasferta di Como:

“Domani sarà la prima delle sette gare decisive che ci attendono. Noi ci dobbiamo basare sull’atteggiamento e sulla continuità che abbiamo avuto fino ad ora.

Per inseguire questo sogno tutti insieme serve sempre un certo tipo di atteggiamento, che abbiamo sempre dimostrato sia in casa che fuori.

Bani ha riportato un problema facciale e sta cercando in tutti i modi di recuperare, ma non è semplice. Lo valuterò nelle prossime ore. Da parte sua c’è grande disponibilità.

Boci non sarà tra i convocati, ci vorrà ancora un po’ di tempo.

Como sarà una sfida ostica, come lo sono state tutte. Sono una squadra che da quando è arrivato Longo si sono compattati, hanno una difesa forte ed hanno giocatori che possono fare la differemza.

Dovremo avere grande ardore agonistico. Sarà fondamentale.

Ho la fortuna di avere una squadra con un buon mix di giocatori esperti e giocatori giovani, che hanno gamba e spensieratezza mentale. Abbiamo preparato bene la partita e dovremo essere bravi a concretizzare le occasioni che creeremo.

Davanti sono tutti recuperati ed hanno tutti voglia di giocare. Hanno caratteristiche diverse fra loro, e questo mi dà la possibilità di fare più scelte.

Frendrup è un giocatore dinamico, con un’alta percentuale di palloni recuperati. Jagiello invece è un po’ più offensivo, vede la giocata in avanti. Sono diversi ma compatibili in un centrocampo a tre. Ho quindi scelta per sostituire Sturaro, che ci auguriamo di recuperare prima possibile dal risentimento che ha avuto.

L’atteggiamento mentale sarà determinante.

Noi dobbiamo pensare esclusivamente a noi e non a quanto succede su altri campi. E’ quello che cerco di trasmettere ai ragazzi. Una partita alla volta, determinati intanto a cercare di fare una buona gara a Como.

Faccio i complimenti a Mister Agostini, a Taldo e a tutti i rgazzi della Primavera. Ho visto la partita contro la Fiorentina e mi sono entusiasmato. So che gruppo sono. Peccato per la sconfitta, però hanno fatto un’ottima gara”.

Gip

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Genoa e Gudmundsson dicono NO all’Inter

In settimana c'è stato il primo, vero, contatto tra l'Inter e il Genoa. Una semplice ma significativa telefonata. Ad Ottolini, Marotta ha palesato...

Radio music for peace