HomeNewsIl Genoa vince con l'Ascoli, per il Bari solo un pari a...

Il Genoa vince con l’Ascoli, per il Bari solo un pari a Modena. Il Grifone è in serie A!

Pubblicato il

- Pubblicità -

Si inizia e Marassi è già una bolgia: viene stabilito il record stagionale di presenze: 32.464 spettatori, di cui 20.239 abbonati e 12.225 paganti. Ben 10.000 di più della prima gara di campionato giocata a Marassi. L’entusiasmo si sente nell’aria. Feste e cori all’esterno dello stadio erano iniziate gia a partire da mezzogiorno.  

Il Grifone esce convinto e concentrato dallo spogliatoio e fa capire subito che vuole chiudere la gara velocemente.

Dopo una fase di studio, il gol arriva al minuto 16: Cross da snistra di Sabelli, Sturaro al limite dell’area piccola di testa centra, si avventa Bani che spedisce alle spalle di Leali: 1-0!

Due minuti ed il Vecchio Balordo sfiora il raddoppio: è Strootman che dal limite fa partire un autentico missile che si spegne a pochi centimetri dal palo sinistro di Leali.

31’ Genoa vicinissimo al raddoppio. Solo un numero da campione del portiere Leali evita la capitolazione: cross di Sabelli, Frendrup di testa serve Strootman solissimo a tre metri dal portiere ospite: tiro a colpo sicuro la la palla va a sbattere proprio contro Leali in uscita disperata.

34’ l’arbitro richiama Sturaro, capitano del Genoa perché i raccattapalle non riconsegnano velocemente la palla per la ripresa del gioco.

Non accade più nulla sino al riposo.

La ripresa inizia con Jagello  al posto di Sturaro, non in perfette condizioni.

In apertura di ripresa Gudmundsson dal limite fa venire i brividi a Leali, ma la sua conclusione a giro finisce sul fondo sotto la Nord.

Fiammata Ascoli due minuti dopo, il Grifone e Martinez fanno buona guardia.

Buon momento dell’Ascoli, molto aggressivo e per nulla rassegnato,  che impegna la difesa genoana e fa vedere una certa supremazia territoriale nei primi 5 minuti: insomma, partita vera con i marchigiani che onorano l’impegno.

Il Genoa si risveglia al 57’, quando ha una occasione incredibile per raddoppiare: Coda in area con un pallonetto serve il solissimo Gudmundsson, ma ancora una volta Leali fa un capolavoro e frena il giocatore genoano, ma questa volta qualche colpa l’ha l’attaccante rossoblù.

Due minuti e Coda sferra un bolide dai 25 metri, deviato in angolo.

Il Grifone cresce. Il Grifone vuole assolutamente chiudere la gara!

E passano due minuti ed il Genoa raddoppia!!!

Punizione battuta da Strootman, mischia in area, la palla arriva a Badelj che di piatto mette alle spalle di Leali: 2-0!!!

La Nord esplode, e chi se ne frega se il Bari sta vincendo a Modena!

65’: Rigore per il Genoa! Sabelli lanciatissimo viene falciato da Leali in uscita.

Sulla palla Coda: tiro secco ma Leali lo ipnotizza e para! Il portiere dell’Ascoli neutralizza il quarto rigore stagionale. E si ripete sempre su Coda nella respinta.

Due minuti e l‘Ascoli accorcia in contropiede: è il neo entrato da 10 secondi (!) Marsura (ex rossoblu) che in contropiede trafigge Martinez: 2-1!

Il Genoa è un po frastornato, dal 3-0 al 2-1 nel giro di pochi secondi.

La Nord è caldissima e sostiene i rossoblù.

L’Ascoli è ringalluzzito, e torna ad attaccare. Tiro cross velenoso nel sette, Martinez smanaccia in angolo e si schianta contro il palo. Pericolo scampato per il Grifo ed anche il portiere genoano.

La posta in palio è alta, il Genoa è in leggera difficoltà, l’Ascoli prova ad approfittarne.

Ci prova (73’) Gudmundsson in contropiede, ma è in netto fuorigioco.

Ancora Gurdmundsson (75’) porta scompiglio al limite dell’area, ma si innamora della palla e la perde.

76’ esce Coda ed entra Ekuban.

L’Ascoli è ancora in gara grazie a tre parate miracolo di Leali, quattro se contiamo anche il rigore parato a Coda.

Notizia dalle radioline: rigore per il Modena contro il Bari, tiro e goooooll: 1-1 nella città emiliana! Virtualmente al minuto 78’ il Genoa è in serie A!

Il tempo corre maledettamente lento…

L’Ascoli torna ad attaccare.

Conto alla rovescia:

81’: Escono Sabelli e Gudmundsson, dentro Aramu ed Hefti.

82’: l’Ascoli mette dentro anche Dionisi, altro attaccante (117 gol in carriera).

83’: Aramu si prende un ottimo fallo a centrocampo e spezza le azioni dell’Ascoli.

84’: Punizione per l’Ascoli, traffico in area, svetta Ekuban e libera.

85’: Cross di Marsura, con il Genoa tutto nella propria area di rigore, altissimo. Ancora cinque minuti più recupero di sofferenza…

86’: Palle in area del Genoa velenose, Bani e Dragusin si trasformano in giganti: non si passa!

87’: Aramu conquista palla a centrocampo e viene abbattuto da Marsura. Punizione importantissima che rallenta l’azione degli ospiti.

88’: Il genoa cerca di far girare palla, ma i ragazzi in campo sentono la tensione e sono a volte imprecisi.

89’, ULTIMO MINUTO!: forcing dell’Ascoli, il Genoa aspetta racchiuso in area.

90’: si va al recupero, decretato dall’arbitro in 4 minuti.

Intanto a Modena all’89’ sono sempre sull’1-1.

Gioco fermo per pestone a Bani. Parte il recupero.

91’: percussione di Ekuban che si conquista un calcio d’angolo.

La radiolina dice che il Bari al 91’ ha sbagliato un gol fatto con Di Cesare.

Attacca l’Ascoli, ed ancora Aramu viene messo giù, fallo per i rossoblù.

94’: scade il recupero, si gioca ancora ma la palla è al Genoa. Aramu serve Ekuban che spara secco con Leali che para miracolosamente!

Fischia o non fischia????

95’: radiolina, assedio del Bari nel recupero, ma non passa!

96’ Finita a Marassi, IL GENOA HA VINTO!!!

A Modena si gioca l‘ultimo minuto, ma sono i canarini che attaccano…

FINITA A MODENAAAAA 1-1.

Il Genoa è in serie A, Il Genoa è in Serie A: IL GENOA E’ MATEMATICAMENTE IN SERIE AAAAAAA.

FRANCO RICCIARDI

IL TABELLINO DELLA PROMOZIONE

GENOA (3-5-2): Martinez; Bani, Dragusin, Vogliacco; Frendrup, Sturaro (1’ st Jagiello), Badelj, Strootman, Sabelli (37′ st Hefti); Gudmundsson (37′ st Aramu), Coda (32′ st Ekuban). (A disp.: Semper, Salcedo, Ilsanker, Matturro, Lipani, Puscas, Boci, Dragus. All. Caridi)ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Adjapong (37′ st Donati), Bellusci, Simic, Giordano; Collocolo, Buchel, Caligara; Mendes (22’ st Marsura); Forte (22’ st Lungoyi ), Gondo (37′ st Dionisi). (A disp.: Guarna, Quaranta, Gnahoré, Donati, Eramo, Proia, Palazzino, Tavcar. All. Breda).

ARBITRO: Sozza di Seregno

RETI: 16’ pt Bani (G), 18’ st Badelj (G), 22’ st Marsura (A)

NOTE: Ammoniti Vogliacco (G), Bellusci (A), Collocolo (A). Al 20’ st Leali (A) respinge il rigore calciato da Coda (G). Spettatori 32.464 (di cui 20.239 abbonati e 33 ospiti) per un incasso di 203.766,00 €. Rec. 2’ pt, 4′ st.

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

I Grifoncini in prestito

Continuiamo con la nostra consueta rubrica dedicata ai giovani (e meno giovani) che il Genoa ha dirottato in prestito presso altri Club di Serie...

Radio music for peace