HomePrima squadraIL PROSSIMO AVVERSARIO

IL PROSSIMO AVVERSARIO

Pubblicato il

- Pubblicità -

IL CITTADELLA DI MISTER GORINI

POSSIBILE FORMAZIONE (4-3-1-2) – Kastrati; Salvi, Perticone, Frare, Giraudo; Mastrantonio, Branca, Crociata; Vita; Maistrello, Antonucci

OBIETTIVO ATTUALE: SALVEZZA

POSIZIONE CLASSIFICA:                15^ (Salvezza)

MEDIA PUNTI-PARTITA: 1,121 (Casa: 1,188 – Trasf.: 1,059)

MEDIA GOL F-S/PARTITA: 0,879-1,242 (29-41/33)

IN CASA: 1,000-1,250 (16-20/16)

ULTIME CINQUE PARTITE:

RISULTATI: N P N P N – GOL F/S:  4/7

MEDIA PASSAGGI: 72,0% (287,2/398,8) – POSSESSO PALLA: 55,0%

LUNGODEGENTI:  BALDINI

IN DUBBIO: ASENCIO

SQUALIFICATI: —

EX Genoa: —

EX OPPONENT: —

ALLENATORE: EDOARDO GORINI (DAL 19/07/2021)

STATISTICHE: G-V/N/P: 71-21/26/24 (Pt./P 1,254 – Ne perde una su tre)

PROMOZIONI BàA: 0 – SALVEZZE B: 1 – ESONERI: 0 – RETROCESSIONI: 0

MODULO PREFERENZIALE:  4-3-1-2    à MODULO SECONDARIO:  ?  

CAPACITA’ DI CAMBIARE MODULO IN PARTITA:  Mai visto il Cittadella di Gorini giocare in altro modo.

FASE DI NON POSSESSO: Il portiere (Kastrati) è concentrato, reattivo e coraggioso, nonché un abile para-rigori.  In fase di non possesso la “4” difensiva rimane inizialmente una “4”, in quanto la linea di pressione mediana tende a rimanere alta; questo può rappresentare un problema quando i quinti avversari arrivano coi tempi giusti e i cambi di gioco: l’incaricato di chiudere le diagonali è il C-C (Branca o Pavan), con tutte le implicazioni che ciò comporta.  I DC (Dx Perticone, Sx Frare, Cap.) non eccellono in automatismi e agilità, mentre i DE (Dx Salvi, può agire su ambo le fasce e può giocare anche come ala, essendo dotato di velocità e di abilità nel puntare l’uomo e dribblare; lunghissima la sua rimessa con le mani.  Sx Giraudo è più conservativo, attento nelle diagonali), salgono con grande parsimonia.  La difesa patisce gli scambi stretti in velocità e non sembra particolarmente efficace, con la sua zona mista, sui corner contro.

TRANSIZIONE POSITIVA: La T.P. della squadra è imperniata principalmente su lanci dei difensori verso gli esterni alti della “3”, i quali tentano di innescare le punte il più rapidamente possibile.  Quando ciò non si rivela fattibile, allora la manovra ripassa dal C-C per poi far lavorare le due punte (Dx Antenucci, Sx Maistrello), che si scambiano i rientri e gli attacchi della profondità con il TQ (Vita) e le MA (Dx Mastrantonio, Sx Crociata).

FASE DI POSSESSO: La costruzione dal basso non viene preferita, ma la squadra tenta comunque di manovrare approfittando della tendenza delle avversarie di venire a fare la partita nella sua metà campo, lasciando spesso spazio per un gioco immediato e verticale, atto ad esaltare le caratteristiche dei quattro uomini più rapidi e dotati (Vita, Crociata, Antenucci e Maistrello).    

TRANSIZIONE NEGATIVA: La T.N. della squadra è caratterizzata da una certa difficoltà a legare le due linee di pressione, mantenendo le corrette distanze tra mediana e difesa.  Quando quest’ultima rimane alta, contrariamente alla tendenza a lasciarsi abbassare molto, si crea una densità localizzata che può creare problemi all’avversaria, ma che rende il Cittadella vulnerabile ad esempio sui cambi di gioco e l’attacco dei quinti avversari.

PALLE INATTIVE: Sui CAC si schiera a zona mista: talvolta viene perso l’uomo che entra da dietro.  Sui CAF di sinistra si cerca lo schema per liberare al tiro Crociata, dotato di un gran destro; stessa cosa sui CPF nella zona sinistra dell’attacco: la palla tagliata a cercare la spizzata o il tiro in porta sono due opzioni entrambe pericolose.

INDIVIDUALITA’ DI SPICCO: Antenucci è un attaccante pericoloso, conosciuto; interessanti e insidiosi anche Vita e Maistrello.  Ma l’uomo da non perdere mai di vista è Giovanni Crociata (1997).  Attenzione anche a Carriero, velocissimo a smarcarsi e girarsi verso la porta palla al piede.

DALLA PANCHINA: Il contributo della panchina, stando alle parole di Mister Gorini, potrà essere ampio, essendo la rosa quasi interamente disponibile.  Attenzione quindi ai vari Magrassi, Embalo, Carriero, e al giovane Ambrosino (2003, pupillo di Spalletti).

IN SINTESI:  Il Cittadella non vince in casa da due mesi. E’ molto vicino alla zona PlayOut, e scenderà in campo col coltello tra i denti, e con un piano partita che, secondo l’allenatore, potrebbe prevedere “qualche novità”.  Considerano il trio difensivo del Genoa “lento”, e potrebbero provare a giocare sullo stretto.   

La conferenza stampa di Mister Gorini alla vigilia del match: https://www.youtube.com/watch?v=RR2pv_DqkBo

Roberto “Alter Ego” Monleone

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

H.Verona – Genoa le formazioni ufficiali

Le formazioni che tra poco scenderanno in campo sono state comunicate da Mister Gilardino e da Mister Baroni H.Verona Montipo' Centonze Cabal Coppola Dawidowicz Duda Serdar Lazovic Bonazzoli Suslov Noslin Genoa Martinez De Winter Bani Vasquez Sabelli Messias Badelj Frendrup Haps Gudmundsson Ekuban

Radio music for peace