HomeNewsLe pagelle di Genoa-Inter

Le pagelle di Genoa-Inter

Pubblicato il

- Pubblicità -

Mister Gilardino: 7,5 – La prepara sulla spinta di Sassuolo e sapendo di poter finalmente attingere qualità dalla panchina: i punti hanno tutti lo stesso valore, anzi… qualcuno vale di più.  Non ha molto da perdere. E infatti NON PERDE. Piano partita perfetto, gestione perfetta, cambi perfetti. Complimenti.

Martinez: 7 – Sveglio, reattivo tra i pali, preciso coi piedi, coraggioso in presa alta.  Cosa si può volere di più da un portiere, che è il secondo più giovane titolare della Serie A e può crescere ancora molto?

Bani: 7 – Le due punte Interiste cercano di fargli perdere la bussola, come con De Winter, ruotando le posizioni: ma lui è una vecchia volpe e per tutta risposta si ricava lo spazio per innescare Sabelli.

Dragusin: 7,5 (MVP) – Ogni tanto sembrano due giocatori: sicuri che non si tratti di gemelli?

De Winter: 6 – Soffre un ottimo (nel primo tempo) Thuram, che gli prende la posizione più volte, ma non affonda. Tutta “arte che entra”.

(dal 46’ Vasquez: 6 – Poco impegnato in marcatura prova a spingere, senza fortuna.)

Sabelli: 7 – Primo tempo guardingo, per timore delle sgroppate di C. Augusto, secondo tempo in crescendo.

Strootman: 7  – Regia occulta, trita Barella, soffoca linee di passaggio, schiaccia indietro Chalanoglu.  Che giocatore.

(dal 61’ Malinovskyi: 6,5 – Tanto lavoro sporco, con costrutto e lucidità.)

Badelj: 6,5 – Per una volta assecondato al meglio da entrambi i lati può giostrare più libero, ma difetta un po’ di precisione, in una partita comunque positiva.

Frendrup: 7 – Bisognerebbe contare i palloni recuperati o sporcati. Impressionante.

Martin: 6,5 – Eccolo.  Finalmente una buona partita dell’esterno.  Un recupero che sarebbe molto importante.

(dal 78’ Messias: 6,5 – Il più duttile e talentuoso panchinaro della Serie A.  E’ un paradosso voluto.  Tempo al tempo: la condizione arriverà e ci farà divertire.)

Ekuban: 6,5 – Evidentemente rinfrancato si batte con voglia e un discreto costrutto contro la difesa più forte del campionato.  Dài, ragazzone!

(dal 61’ Retegui: 6,5 – Lampi, intelligenza, voglia.  Manca la condizione: arriverà e, con essa, anche i goal.)

Gudmunsson: 7 – Lo ingabbiano e lui esce dalle luci della ribalta per dedicarsi solo alla squadra.  Un grande giocatore, ma non è una novità di oggi.

Roberto “Alter Ego” Monleone

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Un buon Genoa impatta a Firenze: è 1 – 1

E' un Genoa coriaceo, e determinato a vendicare l'1 - 4 subìto nella gara di andata, quello che si presentava questa sera allo stadio...

Radio music for peace