HomeNewsLucidità e qualità

Lucidità e qualità

Pubblicato il

- Pubblicità -

Il Genoa regola l’Udinese con il classico punteggio di 2-0, in un match vinto grazie alla superiore qualità di gran parte degli interpreti e alla lucidità dell’allenatore, bravo a organizzare le manovre avvolgenti, una volta constatata la compattezza centrale del dispositivo difensivo bianconero.  Retegui e Bani in rete, Martin, Badelj e Messias sugli scudi, cenni di ripresa, conclusioni a parte, per Gudmunsson.

Mister Gilardino deve rinunciare al solo Ankeye, ridà fiducia a Martin, largo a sinistra, e conferma l’assetto con tre “Tenori”, escludendo Malinovskyi e facendo partire dal primo minuto Junior Messias schierato mezz’ala destra.  Sa di aver di fronte una squadra molto fisica, in salute, e sceglie quindi uno schieramento in equilibrio tra forza atletica e tasso tecnico, conservando diverse opzioni di spessore in panchina, pronte a orientare l’andamento del match a partita in corso.

Mister Cioffi recupera Kamara ma non Pereyra, e conferma quindi l’undici reduce dalla vittoria a casa della Juventus.   Disegna un 5-3-2 estremamente corto, basso e stretto, graniticamente compatto sotto la linea della palla, confidando sulle doti fisiche di primo controllo di Lucca sulle uscite lunghe, alla ricerca delle ripartenze giuste.

Primo tempo che inizia con gli ospiti efficaci, nei primi 25’, nel concretizzare il piano partita: fase di non possesso granitica e ripartenze pericolose, imperniate sulla capacità di Lucca di proteggere e scaricare la palla addosso, per far salire rapidamente i compagni.  La produzione offensiva si ferma però a un paio di conclusioni non troppo pericolose e una traversa un po’ fortuita di Lucca.  Mister Gilardino capisce che l’assetto stretto dei Friulani può essere aggirato, e dispone rotazioni dei centrocampisti e il solito movimento tra le linee di Albert Gudmunsson.   Il gioco riesce abbastanza a destra, dove Messias fa venire il mal di testa a Zemura e Samardžić ma non arriva a mettere palloni utili alle spalle della linea a tre dei bianconeri.  Altra cosa sul lato opposto, dove le iniziative di Martin, assecondato da Gudmunsson o Messias, portano pericoli continui alla difesa ospite: due occasioni per Vasquez (prodezza del portiere e palo esterno), una punizione velenosa del Brasiliano deviata per un soffio, e soprattutto due reti propiziate dall’esterno spagnolo; è Retegui a sbloccare il match al minuto 36’, con una rovesciata sulla devizione alla disperata del difensore, mentre è Bani a raddoppiare di testa al 40’.  Martin e Gudmunsson mostrano cifra tecnica ed efficacia non assorbibile dalla catena esterna avversaria.

Nel secondo tempo i Rossoblù di Gilardino si ritrovano subito in superiorità numerica: Messias attacca la profondità e costringe Kristensen a stenderlo al limite dell’area.  E’ il secondo giallo per il giovane difensore Danese, ed è solo il minuto 48’.  La partita si mette in discesa trasformandosi in un comodo monologo Genoano, innescato ancora dalle iniziative delle catene esterne (entrambe)  e interrotto solo da un paio di ripartenze efficaci dell’Udinese, su una delle quali Lucca segna ma commettendo fallo su De Winter.  Il resto è affidato al Genoa che ce la mette tutta per mandare in rete Albert Gudmunsson: il folletto islandese non è fortunato e va vicino alla segnatura un paio di volte, ma è impreciso in altre due occasioni.  Di Messias, Frendrup e Badelj gli altri tentativi, senza esito.

I tabellini:

GENOA (3-5-2) – Martinez; De Winter, Bani, Vasquez (dal 54’ Vogliacco); Sabelli (dal 78‘ Spence), Messias (dal 78’ Malinovskyi), Badelj © (dall’86’ Strootman), Frendrup,Martin; Gudmunsson, Retegui (dal 78’ Ekuban)A disp.: Leali, Sommariva, , Haps, Cittadini, Thorsby,  Bohinen, Vitinha

Udinese (3-5-1-1) – Okoye; Perez, Giannetti, Kristensen; Ehizibue (dall’46’ Ebosele), Samardžić (dal 54’ Kamara), Walace ©, Lovric (dall’86’ Zarraga), Zemura(dal 54’ Ferreira); Thauvin (dal 77’ Davis); Lucca – A disp.: Padelli, Silvestri, Kabasele, Tikvić, Payero, Success, Brenner.

Marcatori: Retegui, Bani

Ammoniti: (G): De Winter – (U): Giannetti, Kristensen, Ebosele

Espulsi: Kristensen (2° G)

Arbitro: Fourneau

Roberto “Alter Ego” Monleone

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Genoa svelata la nuova maglia 2024/2025

Presentata oggi, nata dalla collaborazione con il brand, fornitore tecnico Kappa, la nuova maglia che i nostri ragazzi indosseranno per il prossimo campionato Serie...

Radio music for peace

Still33