HomeNewsUna leggenda del calcio in visita al museo del Genoa

Una leggenda del calcio in visita al museo del Genoa

Pubblicato il

- Pubblicità -

Lui è Kazuyoshi Miura, per tutti Kazu, ed è una vera e propria leggenda del calcio.

Già, perchè con i suoi 56 anni compiuti continua ancora oggi ad essere in attività, essendo tesserato con l’Oliveirense (in prestito dallo Yokohama FC), Club portoghese militante in Segunda Liga. E anche se non fa ovviamente parte dell’undici titolare, è comunque un traguardo che nessun’altro al mondo può vantare di aver raggiunto.

Nel Genoa giunse nel 1994 (la foto in alto è stata scattata all’epoca al Little Club), diventando il primo calciatore giapponese a giocare in Italia, rimanendoci fino al termine del torneo ma togliendosi la soddisfazione di segnare un gol nel derby.

La sua grinta e la sua determinazione le dimostrò quando, nei primi minuti della gara contro il Milan, subì un brutto colpo al volto ad opera di Franco Baresi, che gli procurò una frattura. Lui però, nonostante il grave trauma, come un nobile Samurai rimase in campo fino al termine della prima frazione di gioco.

Oggi Kazu Miura, approfittando della sosta del campionato portoghese, ha fatto ritorno a Genova, dove non poteva mancare una visita al museo del suo vecchio Club.

Un tuffo nel passato che ha procurato emozioni allo stesso calciatore e a tutti coloro che lo hanno potuto incrociare.

Complimenti Kazu.

Grande uomo di sport.

Gip

- Pubblicità -GenoART

RUBRICHE

POPOLARE

Genoa corsaro a Verona

Il Genoa parte per Verona con diverse assenze, ma Gilardino riesce comunque a mettere in campo una formazione vogliosa di ben figurare contro i...

Radio music for peace